PUBBLICATO IL DECRETO MATTEOLI
Scritto da A.A.V.S.   
luned́ 22 marzo 2010

Con alcuni mesi di ritardo sulla firma, apposta il 17 dicembre 2009 dal ministro Altero Matteoli, è stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 55 della Gazzetta Ufficiale n. 65 del 20 marzo 2010 il testo del Decreto Ministeriale.

Questo Decreto in sostanza risolve soltanto alcuni, e non certo i più importanti, dei problemi che maggiormente stanno a cuore agli appassionati e ai collezionisti.

Non affronta infatti la tematica della libera circolazione dei veicoli certificati d’interesse storico mentre poco varia per quanto concerne le revisioni periodiche se si eccettuano due provvedimenti.

Il primo sana un’evidente anomalia riguardante i veicoli iscritti all’ASI e agli altri Registri previsti dall’Art. 60 del Codice della Strada, assurdamente obbligati alla revisione con cadenza annuale, riportandola a due anni come tutti i veicoli. Il secondo provvedimento invece lascia piuttosto perplessi e poco ottimisti e concerne l’obbligo imposto ai veicoli costruiti prima del 1 gennaio 1960 di effettuare la revisione periodica unicamente presso i competenti Uffici della Motorizzazione Civile.

Infatti in passato gli addetti a questi uffici non sono stati avari nel frapporre difficoltà al superamento della revisione, difficoltà che talvolta sono risultate insormontabili.

C’è infine tutta una serie di norme che regolamentano la reimmatricolazione di veicoli che, fino ad ora, era estremamente difficoltosa quando non impossibile.

Auspichiamo che l’emanazione di questo Decreto Ministeriale – i cui contenuti sono stati interpretati dalla Circolare della Direzione Generale per la Motorizzazione  Prot. n. 19277/23.25 del 3 marzo 2010 – non metta la parola fine all’iter dei quattro DdL che giacciono ormai da troppi mesi presso la Commissione Lavori Pubblici e Comunicazioni del Senato. Sarebbe come fare un passo avanti e due indietro.

Per quanto ci riguarda continueremo a lavorare tanto a livello parlamentare quanto con le Regioni per ottenere una legge a tutela del motorismo storico.

Ultimo aggiornamento ( luned́ 22 marzo 2010 )